[frame_center src=”http://www.pistoneservizi.it/wp-content/uploads/2012/09/pulizia_parquet_PistoneServizi.jpg”]Curare il parquet[/frame_center]

Per il pavimento in parquet, di qualsiasi legno sia, la difficoltà sta nella pulizia e nei trattamenti.
Ecco alcuni consigli sul trattamento del parquet.

Come prima operazione, il parquet deve essere pulito, quotidianamente, con panno antistatico cattura polvere per togliere le impurità (capelli, polvere, peli di animali), o utilizzando l’aspirapolvere ma solo con le spazzole.
Per una ceratura opaca basterà detergerlo. Per una ceratura lucida dovrà essere deterso e incerato.


La detersione va fatta utilizzando prodotti specifici, adatti ai diversi tipi di parquet, che igienizzano e nutrono il legno, oppure impiegando soluzioni casalinghe, acqua ed alcool, evitando assolutamente detersivi corrosivi e che fanno schiuma.
Con un panno umido, non bagnato, si passa la soluzione detergente.

Se il parquet è datato e lo si vuole ravvivare o è lucido, si può usare la cera stendendola, seguendo le venature del legno per facilitare l’assorbimento.
E’ bene non abbondare nell’uso passandola spesso, altrimenti con il passare del tempo il pavimento rimane lucido ma la cera lo rende meno resistente.
Con un panno asciutto si procede con la lucidatura.

Infine è importante per un parquet bello e duraturo nel tempo, avere degli accorgimenti.
Alcuni consigli per proteggere il parquet:

  • Utilizzare i feltrini sotto sedie e mobili, per evitare le possibili rigature. Sono consigliate le rotelle morbide per le sedie con le rotelle.
  • Utilizzare i tappeti nei punti di maggiore calpestio
  • Attenzione agli animali domestici (peli, bisognini)
  • Per eliminare la polvere usare l’aspirapolvere con le spazzole, la parte di plastica potrebbe rigare il parquet
  • Isolare le porte e le finestre per evitare l’ingresso di corpuscoli come sabbia e pietrisco dall’esterno, che lo andrebbero a rovinare.
  • Detergere con panni umidi e non inzuppati di acqua; ciò potrebbe nel tempo scolorire il pavimento.
  • Posizionare tappeti nelle zone dove si possono presentare possibili cadute di acqua (cucina, bagno).
  • Vetrificare il parquet con costanza
  • Cercare di garantire il clima ambientale migliore per il legno. Ovvero: un’umidità dell’aria compresa tra il 40% e il 60% e una temperatura tra i 15 e i 25 gradi centigradi.

Come sta il tuo parquet? Hai bisogno di un trattamento per ravvivarlo?

[button text=”Contattaci subito!” link=”http://www.pistoneservizi.it/preventivi/” size=”long”]