Per avere sempre aria pulita è fondamentale igienizzare a fondo gli apparecchi elettrici che hai in casa. Scopri subito come pulire il condizionatore esterno e lo split interno!

Come ormai sappiamo i condizionatori sono costituiti da due parti fondamentali: gli split interni all’abitazione e l’unità esterna. Entrambi vanno regolarmente curati. In particolare, per gli split interni possiamo individuare alcuni elementi ben identificabili da pulire: la carrozzeria esterna, i filtri, lo scambiatore di calore e la vaschetta di raccolta della condensa. Consigliamo però di effettuare anche una pulizia straordinaria e approfondita almeno una o due volte l’anno. La prassi perfetta da seguire sarebbe pulirlo a maggio quando cominci ad accendere il condizionatore in previsione dell’estate e ad ottobre prima di congedarlo durante i mesi freddi!

Una pulizia approfondita che preveda anche di pulire il filtro del condizionatore è molto importante per la tua salute e per far durare nel tempo il tuo impianto di climatizzazione. È fondamentale farlo in modo accurato perché avrai la certezza di respirare aria più pulita, manterrai invariata l’efficienza dell’impianto evitando sprechi energetici e avrai modo di impedire blocchi improvvisi dovuti alla polvere! Il filtro deve essere sempre perfettamente pulito prima di accendere il condizionatore durante l’estate perché deve poter schermare polvere e batteri e assicurarti un ambiente salubre. Solo con un’igienizzazione accurata eliminerai smog, polvere e polline raccolti dal tuo filtro!

 

LA CARROZZERIA

Per prima cosa si stacca sempre l’alimentazione elettrica per non correre rischi.
Dopodichè si smonta la carrozzeria degli split interni e si eliminano i sedimenti depositati all’interno. Lo sporco più grossolano può essere rimosso con un’aspirapolvere, quello più fine va invece lavato con acqua e sapone neutro.
Per ultimare la pulizia si può passare un panno in microfibra inumidito con uno spray specifico ad azione germicida.

I FILTRI

Il condizionatore potrebbe essere dotato di filtri a carboni attivi, che servono a trattenere pollini e odori. Se presenti, si rimuovono quelli esausti, mentre quelli ancora buoni vanno lavati con acqua e detergente neutro.
Dopo aver staccato gli eventuali filtri a carboni attivi, si rimuovono e si puliscono anche i filtri antipolvere, che saranno ben riconoscibili una volta eliminata la carrozzeria: sono costituiti da un telaio a cui è ancorata una rete fine di fili in nylon.

LO SCAMBIATORE DI CALORE E LA VASCHETTA

Per la pulizia dello scambiatore di calore esistono prodotti specifici, in genere più schiumosi di quelli usati per carrozzeria e filtri. Poiché lo scambiatore presenta piccole fessure, anche qui sarà utile distribuire il prodotto aiutandosi con un pennello.

Lo sporco spazzolato dallo scambiatore si depositerà sulla vaschetta di raccolta della condensa, che andrà anch’essa pulita.
È preferibile spruzzare all’interno della vaschetta il medesimo prodotto adoperato per lo scambiatore, versando poi dell’acqua sulle fessure dello scambiatore.
L’acqua scorrerà all’interno della cassetta e allontanerà lo sporco in essa confluito mediante il canale di scolo della condensa.
Terminate le operazioni di pulizia, si rimetteranno in posizione i filtri in nylon e gli eventuali filtri a carboni attivi, sostituendo per questi ultimi i pezzi esausti.

L’UNITA’ ESTERNA

I numerosi filtri presenti sull’involucro dell’unità esterna dell’impianto si intasano facilmente di sporcizia di ogni genere: polveri, pollini e foglie. Le ostruzioni diminuiscono la superficie di scambio e di conseguenza la resa del condizionatore. Bisogna quindi pulire con cura tutto l’involucro con un compressore, oppure con un pennello, passando poi un panno inumidito.

In occasione di questa pulizia è sempre bene controllare le tubazioni esterne esposte al sole, che tendono a deteriorarsi perché la coibentazione esterna si essicca e si stacca. Ciò comporta una diminuzione del rendimento della macchina. Quando necessario andrà allora ripristinata anche la coibentazione rovinata.
Se il condizionatore viene utilizzato solo per il raffrescamento estivo, durante i mesi di inutilizzo sarà utile proteggere l’unità esterna dagli agenti esterni (pioggia, neve, resine e sporcizia) coprendola con un telo. Esistono teli appositi per la protezione di unità esterne in misure standard facilmente reperibili.

 

Se stai cercando un’impresa di pulizie professionale a cui rivolgerti per le tue pulizie scopri le offerte della Pistone Servizi  (Via Del Popolo, 106 Capannori (LU) –vedi sulla mappa–  tel. 0583 429752): saremo lieti di aiutarti!!