Persiane: come pulirle in modo efficacie

Che sia in paese o in città il problema della pulizia delle persiane accomuna tutti.

In questo articolo tratteremo la manutenzione di quest’ultime a seconda del materiale con il quale sono composte.

Come pulire le persiane in legno:

Queste sono le più complicate, in quanto anche se vengono trattate con le apposite vernici, hanno bisogno di una pulizia e di un mantenimento costante.

Come prima cosa dobbiamo rimuovere la polvere, questo di regola andrebbe effettuato una volta a settimana con l’apposito panno.

Il lavaggio invece dovrebbe essere mensile con l’ausilio di detergenti naturali o comunque delicati, l’acqua deve essere tiepida ed è assolutamente vietato utilizzare spugne con parti metalliche o abrasive. Se invece si tratta di infissi non impermeabilizzati, dobbiamo acquistare prodotti specifici, in quanto si rischierebbe di danneggiare il legno.

Completata l’asciugatura possiamo passare con l’apposito pennello l’olio paglierino per nutrirle e lucidarle.

Pulizia delle persiane in PVC:

Queste non richiedono particolari accorgimenti per il trattamento rispetto a quelle di altro materiale, in quanto più resistenti, anche se si consiglia ugualmente di spolverare e di utilizzare il sapone neutro, oppure una miscela di sgrassatore e acqua per concludere in seguito con la pulizia.

Manutenzione delle persiane in alluminio:

Per questo materiale, dobbiamo iniziare con la spolveratura che deve essere effettuata con un panno morbido, con un apposito attrezzo o con il folletto, oppure con acqua calda e aceto con l’aggiunta di sapone (preferibilmente d Marsiglia) da spargere con lo spruzzino e lasciare agire prima dell’asciugatura.

In ogni caso una manutenzione costante scongiurerà che le vostre persiane con il tempo si danneggino, stando attenti ovviamente al tipo di materiale da cui sono composte.

Per oggi è tutto, spero che questo articolo vi sia stato d’aiuto, vi do appuntamento al prossimo articolo!