[frame_center src=”http://www.pistoneservizi.it/wp-content/uploads/2012/07/cattivi_odori_PistoneServizi.jpg”]Cattivi odori in casa[/frame_center]

Con la bella stagione aumentano i cattivi odori in casa ma non è necessario ricorrere sempre al classico spray cattura odori. Ci sono rimedi naturali efficaci che risolvono il problema e assicurano una casa sempre profumata.

L’odore di cibo nel frigorifero risulta fastidioso?
Nel frigorifero transitano moltissimi cibi di diversa natura, che rilasciano odori i quali mischiandosi all’umidità risultano cattivi e sgradevoli al momento dell’apertura del frigorifero stesso.

Un modo facile e veloce per provvedere a questo problema è quello di posizionare un bicchierino con aceto e bicarbonato in un angolo del frigorifero. Il bicarbonato ha la funzione di assorbire gli odori, mentre l’aceto di coprirli e toglierli.
Un altro ingrediente che elimina i cattivi odori nel frigo è il caffè.
Quando svuoti il pacchetto non gettarlo nella spazzatura, mettilo in un angolino del frigo agirà come mangia-odori.
Ciò non esclude la pulizia accurata ogni due settimane adoperando acqua e aceto o acqua e bicarbonato.

Gli utensili da cucina rilasciano cattivi odori?
ll tagliere di legno e le stoviglie si impregnano di ogni odori.
Prendi un limone strofinalo energicamente sulla superficie sciacqualo con acqua fredda e lascia asciugare bene prima di riporlo nella cassettiera, in questo modo tutti gli odori saranno scomparsi.

Cattivo odore dallo scarico del lavello?
Quando salgono degli odori poco gradevoli dal lavello eliminali versando direttamente nello scarico, un bicchiere d’aceto scaldato con sale grosso sciolto.
Dopo un’ora versa dell’acqua bollente per finire l’operazione.

Cattivi odori dopo la preparazione dei cibi?
Alcuni alimenti una volta cotti sprigionano cattivi odori. Prevenire è la soluzione migliore per eliminare gli odori che permangono nell’aria.
Posiziona sopra il coperchio, durante la cottura, un batuffolo di cotone imbevuto d’aceto, meglio ancora se aggiungete all’acqua di cottura un pezzetto di pane raffermo che avrà il compito di assorbire il cattivo odore. Ovviamente anche le fritture rilasciano in casa un odore sgradevole.
Per ovviare immergi nell’olio bollente durante la cottura una buccia di limone ed una costa di sedano. Ricordate di togliere il tutto non appena inizia a dorare.
Sempre efficaci, anche in questo caso, acqua ed aceto da far bollire accanto alla padella dell’olio sia durante la cottura che al termine. L’evaporazione del composto contribuirà a purificare l’aria.
Una soluzione quella dell’evaporazione di acqua e aceto che può essere utilizzata anche quando bruciamo qualcosa in cucina, così da poter smorzarne l’odore.

Cattivo odore dalla pattumiera?
L’incubo della pattumiera può essere dimenticato spargendo sul fondo tre cucchiai di bicarbonato e sostituendoli una volta alla settimana. In generale, il trucco più usato per prevenire i cattivi odori è bruciare nel fornello una zolletta di zucchero o la scorza di un’arancia.

Cattivi odori dal forno a microonde?
Mentre per eliminare gli odori non proprio buonissimi del forno a microonde, fai bollire dell’acqua con la buccia di un limone, e versala calda in una bicchiere che riporrai all’interno del microonde per qualche ora. Il buon odore di limone rimarrà a lungo.

Cattivi odori dalle stoviglie e lavastoviglie?
Per profumare la lavastoviglie e togliere l’odore dei cibi, inserisci prima del lavaggio una fetta di limone.
La prima cosa che dovrai fare è quella di prendere tutte le stoviglie e di sgrassarle almeno con un po’ d’acqua del rubinetto e di riporle nella lavastoviglie in modo ordinato. Fatto ciò prepara un composto fatto con acqua, aceto bianco e limone.
Filtra con un colino e versa il tutto in uno spruzzino, a questo punto devi spruzzare questo composto su tutte le stoviglie in modo tale da eliminare tutti i cattivi odori e quando la lavastoviglie avrà finito il lavaggio risulteranno sgrassate e profumate e pulite.
Questo composto risulta utile per pulire anche all’interno la lavastoviglie.

Hai trovato utile questa raccolta di consigli?

Segui tutti i nostri articoli o iscriviti alla nostra newsletter per non perdere le prossime uscite.