VETRI, COME PULIRLI BENE.

Pulire un vetro, che sia di finestra o box doccia, è senza ombra di dubbio una delle attività più complicate se prendiamo in considerazione le normali pulizie domestiche.

Gli aloni possono rappresentare nemici invincibili se affrontati nel modo sbagliato. Un vetro è una superficie delicata, facilmente deteriorabile, incline a sporcarsi.

Polvere, impronte, pioggia, schizzi d’acqua, calcare, sono ciò che di norma comportano la sporcizia di una superficie vetrosa. Quando si ha a che fare con il vetro, il rischio riga risulta essere sempre dietro l’angolo durante la pulizia.

ACCORGIMENTI PRE-LAVAGGIO

Parlando di finestre e porte finestre una cosa da non dimenticare è considerare il fattore climatico. Mai pulire un vetro quando i raggi solari possono riflettersi direttamente su di esso.

Prima di effettuare la pulizia vera e propria, ricordarsi di spolverare il vetro per evitare che la polvere s’impasti con il prodotto che andremo poi a utilizzare o che rimanga sul panno venendo inevitabilmente rispalmato nei successivi passaggi.

Importante evitare di utilizzare lo stesso panno per spolveratura, lavaggio e asciugatura.

SCELTA DEI DETERGENTI 

  • Pochi sanno che una patata cruda può rappresentare un efficace detergente per la pulizia dei vetri. Tagliandola a metà e passandola sul vetro sgrassa la superficie rendendola brillante.

 

  • Un rimedio classico è dato dall’utilizzo dell’aceto, mescolandone 100 ml in mezzo litro d’acqua calda si ottiene una miscela con forti proprietà sgrassanti.
Svelto piatti anche per i vetri

Non solo per i piatti, ottimo anche per i vetri

  • Mischiare sapone liquido con acqua calda permette di ottenere un altro prodotto detergente in grado di rimuovere lo sporco con efficacia, ma in questo caso fondamentale sarà risciacquare ottimamente la superficie per evitare la comparsa di aloni.

 

  • Difficilmente mancherà nella vostra casa, per questo vi sarà utile sapere che il detersivo per piatti è molto efficace nella pulizia dei vetri. Basterà diluirne un cucchiaino in mezzo litrod’acqua calda.

ASCIUGATURA

Se il lavaggio è mal eseguito, molto spesso ce ne accorgiamo nel momento in cui si procede con l’asciugatura, è solo allora, infatti, che notiamo la comparsa di aloni.

I normali quotidiani che ogni giorno compriamo in edicola possono rappresentare la soluzione ai problemi di pulizia dei vetri.

La carta dei quotidiani contiene un particolare inchiostro che aiuta a rimuovere gli aloni. Accartocciandola e passandola sopra la superficie l’asciugatura risulterà ottimale.

In mancanza di quotidiani è possibile utilizzare un panno in micro-fibra o pelle di daino. In questo caso l’asciugatura deve essere rapida e fatta esercitando una certa pressione.

Il vero perfezionista potrà anche adoperare un lavavetri aspiragocce, nel caso sarà necessario prestare attenzione a non rigare il vetro inclinando male lo strumento.

ERRORI COMUNI

  • Pulire i vetri in giornate troppo calde o soleggiate, in quanto l’eccessivo calore comporterebbe un’asciugatura naturale troppo rapida e i raggi solari nasconderebbero l’insorgenza degli aloni.

 

  • Occhio ai panni e alle spugne utilizzate nell’asciugatura. La troppa abrasione rovinerebbe il vetro in modo irreparabile.

 

  • Mai utilizzare detersivi non diluiti nell’acqua e, a proposito di quest’ultima, deve essere calda/tiepida, evitare quella fredda perché questa ha un potere sgrassante minore e si mischia male con i detersivi.

 

  • A volte l’istinto può portare a utilizzare scottex o carta da cucina per l’asciugatura, evitatelo, queste tipologie di carta possono rilasciare particelle difficili da rimuovere.

CONCLUSIONE

Pulire i vetri è un’attività necessaria, avere finestre trasparenti colpisce immediatamente l’occhio dell’osservatore. Abbiamo visto quanto sia importante scegliere i giusti detergenti, come effettuare l’asciugatura oltre agli errori da evitare.

Non rimane che specificare qualcosa che potrà apparire ovvio, ma l’ovvietà non sempre va data per scontata. Pulire vetri richiede occhio e olio di gomito, in mancanza, il risultato sarà un disastro.

Anche nel settore delle pulizie la differenza fra professionisti e dilettanti va oltre la semplice categorizzazione. Affidatevi a veri professionisti e vedrete la differenza tra un vetro bagnato e uno pulito. IP 10 vetri